Lo scontro tra la Zimetal Alessandria e la Abet Bra ha assunto dal salto a due di inizio gara l’aspetto di una vera partita da playoffs.

La tensione dei giocatori in campo nel primo quarto non ha giovato alle percentuali delle due squadre, desiderose entrambe di uscire vincitrici dallo scontro al vertice. La Abet Bra punta su quintetti dinamici e veloci per contrastare le caratteristiche fisiche della Zimetal. È una tattica già adottata da altre compagini per confondere lo sviuppo della manovra degli alessandrini. Ma l’effetto sorpresa non produce grandi risutati. 
Al riposo lungo si allarga il vantaggio per la Zimetal che chiude con soli 8 punti di vantaggio unicamente grazie ad una bomba sul filo di sirena di un giocatore di Bra. Al rientro una buona prova di carattere della Abet combattiva e mai doma, riduce il margine e sembra riaprire la partita. Ma l’ultimo periodo non ha storia, la Zimetal vola anche a più 16 e gestisce la partita senza affanno.

Con 6 punti di vantaggio in classifica e con il doppio confronto con Bra con un saldo positivo di 12 punti, la Fortitudo deve impegnarsi a raggiungere continuità di concentrazione all’interno della stessa partita e superare momenti di appannamento e vuoti di memoria. La lotta al vertice é ufficialmente aperta e la Zimetal a buon diritto vuole parteciparci fino ala fine.

Sabato prossimo 16 febbraio altro scontro per l’alta classifica al PalaCima alle ore 18:00 contro Crocetta Torino.

Abet Bra – Fortitudo Zimetal Alessandria 62 – 75

Fortitudo Zimetal Alessandria: Gay 5, Markus 10, Malagutti 6, Lemmi 4, Sabli NE, Kuvekalovic 30, Sindoni 4, Riva NE, Pavone 8, Grossholz NE, Facchino 8. All. Vandoni.